International version

Profeta.jpg (14764 byte)

l Covone 5  

  Il Mantello  

 

MARCELLO CIAI  SENTI' ALLORA  DI  CONSACRARSI  AD  UNA  QUARESIMA  DI  MORTIFICAZIONE,  DIGIUNO  E   PREGHIERA,  PER  AMORE  DEL  POPOLO  DI  DIO  E  DELLA  SUA  CHIESA. 
CHIUSO IN UN VECCHIO FIENILE,  ERA  IL  QUINDICESIMO  GIORNO  DELL'OTTAVO  MESE   DELL' ANNO MILLENOVECENTOTTANTUNO,  MARCELLO  SENTI'  FORTE  SU  DI  LUI  LA  MANO  DEL   SIGNORE,  E  LA  PAROLA  DI   DIO  GLI  FU  RIVOLTA  IN  QUESTI  TERMINI :

 
LO SPIRITO DICE ESPRESSAMENTE : "SI , FIGLIOLO MIO, PROFETIZZA AI CIPRESSI, OMBRE DEI  MORTI, SGRIDA PER ME AL MARE CHE VOMITA BESTIE FEROCI.
VOLGITI  AI  COLLI  DELLA  GRANDE  CITTA'  E PARLA;  E CHE TI ODA TUTTA LA TERRA.

 ERAVATE SPLENDENTI, RISONANTI, FACEVATE DA CORONA AL TRONO DELLA MIA SPOSA. TUTTE  LE NAZIONI GUARDAVANO E AMMIRAVANO.
E ORA SIETE UNA VERGOGNA, UN OBBROBRIO AGLI  OCCHI  MIEI.
ECCO UN MALE DIETRO L'ALTRO E' ARRIVATO, E' ARRIVATA LA SVENTURA. IN OGNI ANGOLO E' TESO UN AGGUATO. NON C' E' PIU' DOVE TROVARE SCAMPO.
IO METTO L'UNO CONTRO L' ALTRO;  LA VIOLENZA ESPLODE E DIVIENE LA FALCE DELLA MALVAGITA' .
IN MEZZO AL FRASTUONO CHIASSOSO E  INSULSO LA FALCE  COLPISCE  SENZA  PIETA' : GIUSTO E INGIUSTO;  PERCHE' LA MIA LEGGE  E'  VIOLATA, IL NUOVO PATTO NON RISPETTATO, L'ALLEANZA ROTTA.  
ED IL GRANDE GIORNO E' VICINO !
CHI  SI  DIVERTE SIA COME NON SI DIVERTISSE ; CHI FA ALL'AMORE COME SE NON LO FACESSE ;  CHI LITIGA COME SE NON LITIGASSE; CHI SI SPOSA COME SE NON SI SPOSASSE; CHI COMPRA COME SE NON COMPRASSE; CHI VENDE COME SE NON VENDESSE .
MA GLI UOMINI SONO NELLA FOLLIA ! VANNO DIETRO AI LORO IDOLI SCHIFOSI; PIU' SI DIVERTONO E PIU' SONO SCONTENTI; PIU' MANGIANO E PIU' HANNO FAME; PIU' BEVONO E PIU' HANNO SETE; PIU' FANNO ALL'AMORE E PIU' HANNO VOGLIA; PIU' DORMONO E PIU' HANNO SONNO. E' PROPRIO LA TRAPPOLA DELLA MALVAGITA'.
IN MEZZO AI LORO IDOLI CI SONO I LORO FERITI.
ED E' TUTTA UNA DESOLAZIONE; PERFINO LA NATURA, LE PIANTE, GLI ANIMALI DEI CAMPI, GLI UCCELLI, I PESCI, TUTTO PERISCE . E LO SPETTACOLO E' SOLO AL PROLOGO ! LA BATTAGLIA E' IN CORSO, TREMENDA SARA' LA GRANDE ESPLOSIONE FINALE IN TUTTO IL MIO FURORE.

ALZA LE MANI, BATTILE, BATTI I PIEDI, STRAPPATI I CAPELLI, STRACCIATI LE VESTI, BUTTATI PER TERRA, DIGIUNA E PIANGI, PERCHE' POCHI SARANNO GLI  SCAMPATI .  ALMENO ASCOLTASSERO E SI RAVVEDESSERO ! RAVVEDETEVI FINCHE' SIETE IN TEMPO ! LA MIA IRA E' SOPRA LA TERRA E IL MIO FURORE S'INFIAMMA.

NON VI BASTANO GLI ESEMPI DEL PASSATO ?! LA MIA PAROLA PROFETICA E' DIMENTICATA, MISCONOSCIUTA O SFUGGITA. MA NON SFUGGIRETE, NON MISCONOSCERETE, E NON DIMENTICHERETE IL MIO CASTIGO.
ECCOMI AL VOSTRO ORGOGLIO, ALLA VOSTRA PRESUNZIONE, ALLA VOSTRA CUPIDIGIA, ALLA VOSTRA PREPOTENZA E ARROGANZA, ALLA VOSTRA LUSSURIA, AL VOSTRO LIBERTINAGGIO, AL VOSTRO OPPORTUNISMO, ALLA VOSTRA IPOCRISIA E FALSITA', ALLA VOSTRA AVARIZIA, ALLA VOSTRA CORRUZIONE . TUTTO IL DENARO SPESO IN VANITA' E ACCUMULATO NEL MONDO FINO AD OGGI NON VI SERVIRA' PERO' PER CORROMPERE LA MIA GIUSTIZIA.
OGNI  MIA PAROLA ANDRA' AD EFFETTO E ALLORA SARA' IL PIANTO E LO STRIDOR DI DENTI.
SI PARLA DI PACE, SI CERCA LA PACE, MA GLI UOMINI NON SANNO PIU' NEPPURE COSA SIA  " PACE ".
LA PACE SOLO IO POSSO DARLA ; MA NESSUNO TROVA PIU' " QUEL TESORO NASCOSTO NEL CAMPO ", PERCHE' NESSUNO VUOLE
RINUNCIARE E TUTTI VOGLIONO AVERE .
COSI' DI NOTIZIE CATTIVE E' PIENO OGNI GIORNO: CRISI, GUERRE, CARESTIE, FAME, MALATTIE, TERREMOTI, MORTE, SCANDALI, DROGA, RAPINE, ESTORSIONI, SEQUESTRI, ATTENTATI, BRUTALITA', STUPRI, SEVIZIE, VIOLENZE, OMICIDI, SUICIDI, TERRORE E STRAGI, CALAMITA'.
TANTI SONO CONFUSI E SPAVENTATI COME PECORE DI NOTTE CHE SENTONO IL LUPO IN MEZZO A LORO.
DOVE SONO, COSA FANNO I PASTORI ? SI FANNO CHIAMARE  "PADRE" E PADRI NON SONO. COSI' PRENDERESTE VOI CURA DEI VOSTRI FIGLI ? 
FIGLIO MIO PROFETIZZA CONTRO I SACERDOTI, DI' LORO DA PARTE MIA :  GUAI  A VOI  PRETI  E  FRATI  CHE  PASCETE VOI STESSI.  VOI SIETE  I  MAGGIORI  RESPONSABILI  ! 
VOI  GUARDATE  L' ORA E  DITE :  - UH ! DEVO DIRE LA MESSA !  UH !  DEVO FARE  LA FUNZIONE !  -  COME LA DOMESTICA GUARDA L'ORA E  DICE : 
- UH !  DEVO APPARECCHIARE !  UH ! DEVO FARE LA CENA !  -  E  ALLA FINE DEL MESE HA LO STIPENDIO ASSICURATO. 
L'AMORE PATERNO, PASTORALE CHE IO VI HO INSEGNATO NON C'E'.   IO HO DATO TUTTO FINO ALLA MIA VITA IN SACRIFICIO PER LE PECORE E IO SONO LA PORTA, CHI NON ENTRA PER QUESTA PORTA E' UN LADRO E UN FALSO PASTORE .
IL VERO PASTORE VA ALLA RICERCA DELLA PECORA PERDUTA, DI QUELLA CHE SI E' ALLONTANATA, CURA LA FERITA E LA MALATA, AIUTA E RINFORZA QUELLA DEBOLE, ACCAREZZA LA SPAURITA . 
MA VOI NON METTETE IN PRATICA LA MIA GIUSTIZIA, NON TAGLIATE RETTAMENTE E FERMAMENTE LA MIA PAROLA .
DITE CHE C'E' PACE, DOVE PACE NON C'E';  DITE  CHE  C'E'  GIUSTIZIA  DOVE  GIUSTIZIA NON C'E';  DITE CHE  C'E' AMORE DOVE AMORE NON C'E';  DITE CHE C'E'  PERDONO DOVE PERDONO NON C'E'.
COSI' DICE IL SIGNORE . 

E TU FIGLIO MIO PROFETIZZA ANCORA CONTRO I SACERDOTI, TI ASCOLTINO O NON TI ASCOLTINO, PERCHE' SI ADDORMENTANO SUGLI ALTARI, DOVE TUTTO SI RIDUCE AD UN CULTO FORMALE ED ESTERIORE; NON INSEGNANO LA MIA LEGGE E IL POPOLO VA MALE PER MANCANZA DI CONOSCENZA. FINITO QUELLO CHE VOGLIONO CREDERE IL LORO DOVERE PASTORALE DICONO IN CUOR LORO :
- IL PADRONE TARDA A VENIRE -  E SI METTONO ANCHE LORO A DIVERTIRSI, A MANGIARE,  A BERE, A FARE ALL'AMORE, A DORMIRE, A COMPRARE E VENDERE E LITIGARE .  MA DI' LORO, COSI' DICE  IL SIGNORE : -  QUANDO MENO VE L'ASPETTATE IL PADRONE TORNERA' E ALLORA VORRETE NASCONDERVI NELLA TONACA E NELL'ALTARE, MA IL MIO FUOCO VI SMASCHERERA' E SARA' IL PIANTO E  LO STRIDOR  DI DENTI . -
PAROLA DEL SIGNORE .

FIGLIOLO PROFETIZZA ANCHE CONTRO I CAPI; NON VORRANNO ASCOLTARTI, HANNO INDURITO IL LORO CUORE .   MAGARI  TI  ASCOLTASSERO  E  SI  RAVVEDESSERO !  


QUANDO NASCESTI, SPOSA MIA, ERI NUDA, DISPREZZATA E PIENA DI SANGUE .
EBBI  PIETA'  DI  TE  E  TI  FECI  CRESCERE  E  MOLTIPLICARE  E  ARRIVASTI  AL TEMPO
DELL' AMORE ;  QUANT'ERI BELLA !
ERI ANCORA NUDA, POVERA E IMBRATTATA DEL SANGUE VERSATO PER ME;
IO ALLORA TI  PRESI, TI LAVAI, TI RICOPRII CON LE VESTI PIU' BELLE, TI CALZAI DELLE SCARPE PIU' PREGIATE, TI ORNAI DEGLI OGGETTI PIU' PREZIOSI E SPLENDENTI. TI DETTI DA MANGIARE I CIBI PIU' SQUISITI .
COSI' DIVENTASTI IMMENSAMENTE BELLA E ARRIVASTI A REGNARE.
TUTTE LE NAZIONI TI GUARDAVANO E AMMIRAVANO. 
TU ALLORA HAI  INDURITO IL CUORE, SICURA DELLA TUA BELLEZZA E  DEL  MIO AMORE  E  MI  HAI  TRADITO.
ED ORA ECCO CHE TI  SEI  RIDOTTA  AD  ALLARGARE LE TUE GAMBE AGLI  ESSERI  ABOMINEVOLI  CHE  TI CIRCONDANO.
COSI' PER LA MIA IRA, COLMA DI GELOSIA, ACCADE E ACCADRA' QUEL CHE TI MERITI ;
E INTORNO ALL' ALTARE  INSIEME  AI  TUOI  IDOLI  CI  SONO E  CI  SARANNO  I  TUOI  FERITI  E  I  TUOI  MORTI .
COSI' DICE LO SPIRITO.
DOV'E' LA TUA PRIMITIVA FEDELTA' ?
DOV'E' IL TUO FERVORE, IL TUO PRIMO AMORE CHE MI INEBRIAVA DI PROFUMO E INFUOCAVA IL MIO ARDORE FINO  A  FAR  RISUSCITARE  I  MORTI  PER  TE ?  
QUANT'ERI  BELLA O SPOSA MIA !  MADRE DEI MIEI FIGLI,  DELIZIA DEGLI OCCHI MIEI,  SPLENDORE PER TUTTE  LE GENTI . 
ORA NON SEI CHE UN FRUTTO MARCIO ! 
RICERCHI GLORIA NELLE ALLEANZE  POLITICHE E RELIGIOSE ;
PARLI DI ECUMENISMO;  MA SI PUO' METTERE UNA MELAGRANA MARCIA INSIEME A DEI LIMONI ACERBI  PER FARNE UN DOLCE ?!
TU DEVI RICERCARE SOLO  LA MIA ALLEANZA, CHE HAI VIOLATO, CHE E' L'UNICA VIA PER LA VERA PACE . "

QUESTA PROFEZIA CHIAMATA " IL MANTELLO "  FU  DIFFUSA PER TUTTA  LA " GRANDE CITTA' " DI  ROMA  E  ANCHE PROCLAMATA  SULLE  PIAZZE  E  PER  LE  STRADE  DI  ASSISI  E  SULLE  PIAZZE  E  LE  STRADE  DI  VARIE  CITTA’. 
QUANTO IN  ESSA PREDETTO,  HA GIA' AVUTO  ED  HA UN  DRAMMATICO  RISCONTRO NELLA CHIESA  E  NEL  MONDO.


Lo Spirito Santo continuò a  fare doni e  parlare a Marcello tramite sogni, visioni e profezie :

< LEGGI, STA SCRITTO:  - SENZA  BUOI  NIENTE GRANO, MA  L' ABBONDANZA DELLA  RACCOLTA  STA  NELLA  FORZA  DEL TORO - >

IO GUARDAI,  E  VIDI, IN  UNA VISIONE NOTTURNA, UN' IMPONENTE MASSA DI ACQUA CHE VENIVA GIU', DIROMPENTE, COME DALL'ALTO DI  UNA MONTAGNA. SI  DIRIGEVA CON  VIOLENZA VERSO LA CITTA' IN  PIANURA ED IO MI  TROVAVO IN  MEZZO, TRA L'ACQUA E LA CITTA'.  ECCO L'ACQUA ERA SEMPRE PIU' VICINA, STAVO  PER  ESSERNE  TRAVOLTO, QUANDO  ALL' IMPROVVISO VIDI  UN  CARRO TIRATO  DA  DUE  BUOI  CON  GRANDI  CORNA, CAMMINARE CON  POTENZA CONTRO L'ACQUA TRAVOLGENTE. DA DIETRO IL CARRO USCIVA COME UN GRANDE MANTO TRASPARENTE, E UNA VOCE MI GRIDO' FORTE: " PRENDINE UN LEMBO ! "  PRESI  SUBITO IL LEMBO CHE ERA ALLA DESTRA DEL CARRO.  L'ACQUA MI  COPRIVA  GIA'  LE GAMBE; MA ECCO, PRESO IL LEMBO  MI  SENTII  UNA GRAN  FORZA  E  MI  DISTANZIAI  DAL CARRO.
LA GRAN  MASSA D'ACQUA INVESTIVA ORMAI  I  BUOI, CHE  PERO' CAMMINAVANO  POTENTEMENTE  E  SENZA DIFFICOLTA' CONTRO CORRENTE.
IO TENEVO FORTE  IL  LEMBO DEL MANTELLO, ERO AI  MARGINI  DI QUELLE GRANDI ACQUE.  L'ACQUA MI  PASSAVA  ATTRAVERSO  LE GAMBE  E  GLI  SPRUZZI 
MI  BAGNAVANO  TUTTO,  MA IO  SENTIVO FORZA  E GIOIA, E  UN  SENSO  DI  VITTORIA.  IL MANTO  SI  RIEMPIVA SEMPRE  PIU'  DI  ACQUA,  ALLARGANDOSI  E  ALLUNGANDOSI  MAN  MANO  CHE  USCIVA  DA  DIETRO  AL  CARRO.
SAPEVO  CHE  DALL' ALTRA PARTE  C' ERA QUALCUNO CHE TENEVA L'ALTRO LEMBO, MA NON  POTEVO  VEDERE CHI  FOSSE  PERCHE' ME  LO  IMPEDIVA  L'ACQUA  ALTA, CHE CONTINUAVA  A  SCROSCIARE  VIOLENTA,  A GRANDE  E  RUMOROSA  CASCATA. 
  IL MANTELLO,  PERO', CONTINUAVA SEMPRE  AD  ALLARGARSI  E  CONTENERLA.
UN  SUONO  EMESSO  COME  DA  MIGLIAIA  DI  STRUMENTI, COSI' FORTE  DA COPRIRE  IL RUMORE  TRAVOLGENTE  DELLE  ACQUE,  BATTEVA IL RITMO  DEL  PASSO DEI  BUOI.   ANCH'IO  CAMMINAVO  A  QUEL  SUONO  RITMICO,  ANDANDO  CONTRO  CORRENTE  ED  ESULTANDO  DI  VITTORIA ALLA  VISTA  DELLA  POTENZA  DEI  BUOI  E  DEL  MANTO.  IL  MIO  PROCEDERE  ERA  LENTO  E  FATICOSO,  MA INDESCRIVIBILMENTE  PIACEVOLE.   MI  SEMBRAVA  INCREDIBILE  DI  RIUSCIRE  A  TENERE  IL  LEMBO DI  QUEL  MANTO CHE  TRATTENEVA E  CONTENEVA TUTTO
IL PESO E LA VIOLENZA DI  QUELLA  IMMANENTE  TRAVOLGENTE  MASSA D'ACQUA.

LO SPIRITO DICE: 

" OSTILITA'  E  MINACCE  VORRANNO  ABBATTERTI,  MA  TU  NON  AVERE  PAURA. 
IO  SARO'  CON  TE  E  TI  DARO'  LA  FORZA  DI  UN  TORO  CASTRATO;
E LA TUMULTUOSA POTENZA DEL PRINCIPE DI QUESTO MONDO VERRA' INTRAPPOLATA."  AMEN 


Libri su un'opera profetica sorta da oltre trent'anni in Assisi, che coinvolgerà il mondo.


 

Home Page

Indice index

Covone 6
San Gregorio Magno

 


 

Ciai's